Home Sicurezza Eredità digitale e testamento digitale, pensaci prima di morire

Eredità digitale e testamento digitale, pensaci prima di morire

by qmXEt51tQQfe5kaiv2vg
Pubblicato: Ultimo aggiornamento

I tuoi soldi, i tuoi investimenti, le tue criptovalute un giorno non saranno più tuoi perché sarai morto. Fai un testamento digitale e assicurati che vadano nelle giuste mani in breve tempo e senza problemi. Fallo adesso.

Cos’è l’eredità digitale

C’è chi parla di eredità digitale riferendosi alle gestione degli account dei social network appartenenti a persone decedute, ma non è il caso di questo articolo.

Pensare alla propria morte è uno dei tabù più diffusi, soprattutto nel mondo occidentale. Malgrado le nostre legittime paure è necessario che ci prepariamo all’inevitabile, che riflettiamo sul “dopo” e che ci facciamo una domanda: cosa accadrà al nostro patrimonio?

I paesi legislativamente avanzati hanno solide normative su eredità e testamento, ma l’incremento della gestione digitale dei propri averi le ha rese in alcuni casi inefficaci e obsolete. L’unica soluzione è far da sé prendendo decisioni che abbiano effetto quando non ci saremo più.

Le norme sulla successione ereditaria riguardano i beni accessibili agli eredi come case, autoveicoli, rapporti bancari, titoli azionari, fondi d’investimento. Però parte del tuo patrimonio potrebbe essere sconosciuta ai tuoi eredi o non accessibile: conti esteri, e-wallet, criptovalute (leggi nostro articolo in merito). In questo caso è necessario che tu prepari un testamento digitale.

Scegli l’esecutore del testamento digitale

La tua opzione migliore è scegliere una persona a cui far pervenire tutte le informazioni necessarie DOPO la tua morte. Stare qui a darti consigli su come scegliere questa persona (che da adesso chiameremo “esecutore”) sarebbe inopportuno, però considera che deve essere in grado di ricevere un’email per poi procedere autonomamente o con l’aiuto di qualcuno a dare seguito alle tue volontà.

Questa persona deve sapere in anticipo di essere la “prescelta” o la tua email deve essere una sorpresa? Questo puoi valutarlo in base alle circostanze, ai fattori emotivi e al vostro rapporto. Certamente un preavviso può rassicurarti sul fatto che l’esecutore possa e voglia accettare l’incarico.

In ogni caso avrai la libertà di cambiare l’esecutore del tuo testamento digitale in ogni momento, ti basterà cambiare il destinatario della tua email ed eventualmente qualche riferimento personale nel testo. Più avanti nell’articolo torneremo su questo.

Se pensi di non poterti fidare di nessuno… be’, pensaci meglio. Il punto è che se non lo fai il tuo patrimonio “segreto” andrà perso per sempre. I tuoi fondi resteranno nei conti esteri ad ingrassare le istituzioni finanziarie che li gestiscono e le tue criptovalute giaceranno nella blockchain fino a che il sole riscalderà la terra. È quello che vuoi?

Scegli i beneficiari del testamento digitale

Su quello che succederà dopo che sarai morto non avrai più alcun controllo, e le persone sono per loro natura imprevedibili. Valuta l’opportunità di programmare l’invio di un’email anche ai beneficiari del tuo testamento digitale dove dichiari chiaramente l’identità della persona che hai delegato all’esecuzione del tuo testamento digitale e inviti a rispettare il suo operato.

Se fra i beneficiari del tuo testamento digitale ci sono anche i tuoi eredi legittimi c’è la possibilità che si generino conflitti, che ignorino il tuo invito a rispettare l’operato dell’esecutore e che facciano pressioni su quest’ultimo per ottenere maggiori informazioni e benefici. Questo potrebbe essere uno dei motivi per scegliere solo beneficiari che non siano tuoi eredi legittimi, idem per l’esecutore.

Cosa ci scrivi nel testamento digitale?

Considera lo stato emotivo della persona che leggerà le tue parole. Probabilmente l’esecutore oltre che una persona di fiducia sarà anche qualcuno con cui c’era un legame affettivo o di parentela, e certamente non vorrai aggiungere dolore al dolore. Evita frasi strappalacrime e alleggerisci il contenuto con qualche battuta per strappare un sorriso, per quanto amaro.

Ecco un esempio che contempla diverse possibili circostanze.

Ciao Franco,

Se stai leggendo queste parole vuol dire che sono morto o in gravi condizioni di salute. Mi sono preparato a questo momento, e ho scelto te come esecutore del mio testamento digitale.

L’invio automatico di questa email l’ho posticipato finché sono stato in grado di farlo. C’è la possibilità che ti sia arrivata anche se io non sono (ancora) morto, ma semplicemente impossibilitato a posticiparne ulteriormente l’invio. In questo caso ignora quanto segue e procedi solo se muoio per davvero, che magari mi riprendo :)

Ci sono alcune cose che ti chiedo di fare a partire dall’accesso a miei fondi personali, che andrebbero persi per sempre se non gestiti da te.

Entra in possesso del mio smartphone, è un iPhone 12 rosso con PIN XXXXXX. Se non ci riesci allora devi usare un altro dispositivo. In questo caso per accedere agli account che seguono hai bisogno delle rispettive credenziali e di uno o più dei seguenti 3 metodi di verifica. Assicurati di averne accesso PRIMA di procedere, eccoli:

1. OTP via SMS al mio numero +39xxxxxxxxxx. Se non hai disponibilità della mia sim card trova il modo di trasferire il numero su una nuova sim card facendo number portability verso un qualsiasi gestore utilizzando un mio documento originale o la copia della mia patente che trovi in allegato a questa email.

2. 2FA (autenticazione a 2 fattori, chiamata anche “Two-step verification” o “Google Authenticator”). Installa l’app Authy sul tuo telefono e fai login con le seguenti credenziali:
numero di telefono: +39xxxxxxxxxx (hai bisogno della sim per la verifica OTP via SMS, vedi punto 1)
email: [email protected]
Authy ID: xxxxxxxx
backup password: xxxxxxxxxxxxx

3. email
https://mail.tutanota.com/login
email address: [email protected]
password: xxxxxxxxxxxxx

Ecco gli account con i fondi che devi recuperare:

Monese https://web.monese.com
nome utente (numero di telefono): +39xxxxxxxxxx
password: xxxxxxxxxxxxxxx
IBAN: BExxxxxxxxxxxxxx
Dopo che hai trasferito tutti i fondi chiudi l’account seguendo le istruzioni indicate qui: https://support.monese.com/hc/en-gb/articles/360017327180-How-can-I-close-my-account-

PayPal https://www.paypal.com/signin
email: [email protected]
password: xxxxxxxxxxxxxxxxxx
PIN: xxxxx
Dopo che hai trasferito tutti i fondi chiudi l’account seguendo le istruzioni indicate qui: https://www.paypal.com/it/smarthelp/article/come-faccio-a-chiudere-il-mio-conto-paypal-faq1215

Bitcoin wallet Private key: E9873D79C6D87DC0FB6A5778634389F4453213303DA61F20BD67FC233AA33262 Puoi trasferire i Bitcoin ad un exchange e da lì cambiarli in euro.

Binance exchange https://www.binance.com/it
email: [email protected]
password: xxxxxxxxxxxxxxxxxx
Dopo che hai trasferito tutti i fondi disattiva l’account seguendo le istruzioni indicate qui: https://www.binance.com/it/support/faq/115003800652

Quelle che seguono sono le mie disposizioni riguardanti la destinazione dei fondi a cui hai accesso, ti chiedo di rispettarle al meglio delle tue possibilità.

Manda € 5000 a Jasmine Micah, è una donna filippina con cui ho un figlio. Le sue coordinate bancarie sono:
BIC/SWIFT: xxxxxxxxxxx
account: xxxxxxxxxxxxx
Poi mandale un messaggio con WhatsApp al numero +63xxxxxxxxxxx e scrivile: “xxxxxxxxx passed away. He wanted me to send you some money for you and your child. He wishes the best for both of you.”

Fai una donazione di € 1000 all’associazione “Emergency”, segui le indicazioni su https://www.emergency.it/sostieni-emergency/

A te vanno € 2000 e la mia eterna (è il caso di dire) gratitudine.

La parte restante del patrimonio che riuscirai a recuperare va distribuita in questo modo:

  • 50% a mio fratello Mario (indirizzo, telefono, email)
  • 50% a mia sorella Anna (indirizzo, telefono, email)

È stata inviata un’email automatica anche a loro, c’è scritto che ho incaricato te per eseguire questo testamento digitale e che devono rispettare il tuo operato.

Nel mio studio apri il cassetto destro della scrivania e fai sparire tutto quello che trovi dentro, ci sono cose che voglio nessuno sappia. La chiave è dietro al quadro raffigurante una gardenia bianca.

Dici alla mia vicina di casa Amanda che sono stato sempre perdutamente innamorato di lei anche se non ho mai avuto il coraggio di dirglielo. Ovviamente fallo in assenza del marito :)

Grazie.

Rileggilo decine di volte prima di considerarlo “fatto”, non avere alcuna fretta. Evita qualsiasi possibilità di fraintendimento, cerca di essere il più preciso possibile e non tralasciare alcun particolare. Mettiti nei panni dell’esecutore e prendilo per mano con istruzioni semplici ed esaurienti. Cerca di ridurre al minimo le decisioni che dovrà prendere e dagli alternative nel caso alcune volontà non potranno essere realizzate.

Adesso vediamo come programmare l’invio del tuo testamento digitale all’esecutore di modo che avvenga quando tu sarai morto.

La tua email dal mondo dei morti

Al fine dell’efficacia di questo sistema rassicurati del fatto che i seguenti requisiti siano presenti adesso e che lo saranno in futuro:

  • Quello dell’esecutore è un indirizzo email personale e non condiviso con altre persone;
  • L’esecutore controlla regolarmente la sua email, meglio ancora se riceve notifiche push sul suo smartphone per ogni email ricevuta;
  • Le tue email non vanno a finire nella sua cartella dello SPAM.

Se hai deciso di preavvisare l’esecutore allora potete fare queste verifiche insieme effettuando delle prove. Se hai deciso di non preavvisarlo allora con una scusa mandagli un’email su un argomento importante e cerca di capire se questi requisiti siano presenti o meno.

Concluse le necessarie verifiche ti resta solo da programmare l’invio posticipato dell’email. Questo servizio è offerto da Zoho e Gmail, il nostro tutorial che segue riguarda Gmail utilizzando il browser da desktop.

Accedi a Gmail e clicca in alto a sinistra su Scrivi come faresti per creare una normale nuova email. Digita l’indirizzo email del destinatario, ossia dell’esecutore. Scrivi o incolla il tuo testamento digitale nel testo dell’email ed eventualmente allega una copia di un tuo documento di identità. A questo punto clicca la freccetta verso l’alto a destra di Invio e poi clicca Programma l’invio come raffigurato nell’immagine seguente.

Testamento digitale, impostare la programmazione dell'invio

Ora c’è da decidere data e ora precisa dell’invio cliccando su Scegli data e ora come indicato qui sotto.

Testamento digitale, scegliere data e ora dell'invio

Dopo aver selezionato anno, mese, giorno e ora clicca su Programma l’invio come illustrato qui di seguito. Nel nostro esempio abbiamo deciso che l’email partirà il 5 gennaio 2022 alle 15:00 a meno che l’invio non venga annullato entro quella data (ed eventualmente programmato di nuovo, come vedremo più avanti).

Testamento digitale, confermare l'invio programmato

Dopo aver cliccato su Programma l’invio comparirà sullo schermo il seguente messaggio di conferma.

Testamento digitale, conferma dell'invio programmato

Da questo momento in poi l’email resterà in attesa di partire alla data a all’ora programmate. Puoi verificare che sia così cliccando sulla cartella In programma, come rappresentato nell’immagine seguente.

Testamento digitale, verifica invio programmato

Quando verrà il momento di annullare l’invio programmato (ed eventualmente riprogrammarlo) dovrai cliccare sulla cartella In programma, poi selezionare l’email contenente il testamento digitale (vedi freccia col numero 1 raffigurata nell’immagine seguente) e poi cliccare su Annulla invio (vedi freccia col numero 2 raffigurata nell’immagine seguente).

Testamento digitale, annullamento dell'invio programmato

A conferma del buon esito dell’operazione vedrai un messaggio di conferma come quello qui in basso.

Testamento digitale, conferma annullamento dell'invio programmato

Per programmare nuovamente l’invio dell’email vai nella cartella Bozze, apri il messaggio e segui di nuovo tutta la procedura dall’inizio a partire dal clic sulla freccetta verso l’alto a destra di Invio.

Ecco un esempio di programmazione a partire dal 2021 (anno di pubblicazione della prima versione di questo articolo) con frequenza 6 mesi e anticipo 3 mesi:

  • A metà 2021 programmi l’invio per il 05/01/2022;
  • Intorno al 05/10/2021 annulli l’invio e lo programmi nuovamente per il 05/07/2022
  • Intorno al 05/04/2022 annulli l’invio e lo programmi nuovamente per il 05/01/2023
  • Intorno al 05/10/2022 annulli l’invio e lo programmi nuovamente per il 05/07/2023

… E così via. Frequenza e anticipo puoi deciderli in base alle tue condizioni di salute e ad altri fattori di rischio. Per ricordare di annullare l’invio usa un sistema efficace, ad esempio un’app di reminder come Due per iPhone e Life Reminders per Android. Attiva tutte le opzioni possibili per fare in modo che il reminder continui a suonare e vibrare fin quando non avrai operato uno snooze (posticipo) o che avrai marcato il task come fatto. Considera che se salti un rimando per dimenticanza o distrazione l’email partirà anche se sarai vivo e vegeto, con conseguenze quantomeno imbarazzanti.

Fai qualche prova inviando qualche email programmata a te stesso. Quando sei ragionevolmente certo di padroneggiare questa funzione allora crea l’email e programmane l’invio come appena descritto. Il testo deve contenere il tuo testamento digitale, il destinatario deve essere l’indirizzo email dell’esecutore. Eventualmente allega copia di un tuo documento di identità se necessario ad accedere ai tuoi account.

Conclusioni

Tieni conto del fatto che questo testamento digitale in forma di email non ha alcun valore legale. È una libera donazione che consente di fatto all’esecutore di accedere a parte del tuo patrimonio e a disporne secondo le tue volontà.

É tutto, adesso puoi smettere di toccare ferro o di fare qualsiasi altro gesto scaramantico! :)

Sentiti libero di contattarci per segnalare eventuali errori, dare suggerimenti o semplicemente per salutarci.

Se trovi che questo articolo sia utile offrici un caffè , puoi farlo anche in criptovaluta .


Share

Scorrendo questa pagina verso il basso potresti trovare altri articoli di tuo interesse, dai un'occhiata 😉

Questo sito usa i cookie, quelli buoni OK Privacy Policy