Home UX Ottimizzare immagini già pubblicate su un sito WordPress, senza plugin

Ottimizzare immagini già pubblicate su un sito WordPress, senza plugin

by qmXEt51tQQfe5kaiv2vg
Pubblicato: Ultimo aggiornamento

Per avere un sito web più veloce devi ottimizzare le immagini. Ecco come fare usando IrfanView e senza installare alcun plugin su WordPress.

Perché ottimizzare le immagini

L’ottimizzazione delle immagini è un elemento fondamentale per velocizzare il tuo sito web, come evidenziato nel nostro articolo sull’argomento dove spieghiamo anche come ottimizzare le immagini PRIMA di pubblicarle. Nell’articolo che stai leggendo spieghiamo come ottimizzare le immagini già pubblicate.

Fotografie e illustrazioni costituiscono parte importante del peso complessivo di un sito web, come risulta dalle statistiche di HTTP Archive. La buona notizia è che questo peso si può ridurre in modo semplice ed efficace.

Ottimizzazione con IrfanView (no plugin)

Questo è un metodo che non prevede l’installazione di alcun plugin per WordPress e si basa sull’utilizzo di IrfanView per Windows, gratuito per uso non commerciale. Le istruzioni si riferiscono alla versione di IrfanView in inglese perché è quella di default. In ogni caso è possibile utilizzare questo software in più lingue.

Oltre ad IrfanView ti serve anche un client FTP per fare download e upload, ad esempio FileZilla.

  1. Fai download sul tuo PC via FTP di tutte le cartelle di tipo /wp-content/uploads/anno (ad esempio /2019, /2020, /2021 etc.) presenti sul server del tuo webhost. Ci vorrà un po’ di tempo, soprattutto sei hai un certo numero di articoli e immagini pubblicati.
  2. Per ognuna delle cartelle con IrfanView fai File > Batch Conversion/Rename per generare sul tuo PC una copia ottimizzata di tutte le immagini di cui hai fatto download. Questo passo va eseguito più volte, una per ogni formato di immagine. Quindi una prima volta per JPG, una seconda volta per PNG e così via se ci sono GIF, SVG etc. In caso di JPG in Output format seleziona JPG – JPG/JPEG Format e poi clicca sul pulsante Options per impostare la qualità, 75% potrebbe andar bene. Adesso procedi come indicato dalle frecce numerate nell’immagine qui sotto.

    ottimizzare immagini wordpress 1

  3. Poi nella parte destra della stessa finestra Batch conversion di IrfanView imposta il filtro delle immagini da convertire seguendo i passaggi indicati dalle frecce numerate nell’immagine seguente.
    – In Look in: naviga fino a selezionare la cartella locale \anno (freccia 1);
    – In Files of type: seleziona JPG – JPG/JPEG Files (freccia 2);
    – Clicca il pulsante Add all (freccia 3);
    – Clicca il pulsante Start Batch (freccia 4);



    Come già detto devi ripetere questo passo per ogni cartella \anno e per ogni formato di file. Alla fine avrai sul tuo PC due copie di ogni cartella \anno: una (che chiamiamo copia A) con sottocartelle contenenti gli stessi file che sono sul server del tuo webhost e una (che chiamiamo copia B) con sottocartelle contenenti i file delle immagini ottimizzate generate da IrfanView con stesso nome ma dimensioni file minori.
  4. Fai upload via FTP sul server del tuo webhost della copia B di ogni cartella \anno presente sul tuo PC sovrascrivendo tutti i corrispondenti file esistenti sul server del tuo webhost. Quindi ad esempio i file della cartella \2021 sul tuo PC devono sovrascrivere i file in /wp-content/uploads/2021, incluso le sottocartelle.
  5. Se in WordPress usi un plugin per la cache allora cancella la cache tramite il relativo comando presente nel plugin stesso. La cache verrà rigenerata subito o in occasione della prima visita per ogni pagina.
  6. Gira un po’ sul sito e accertati che le nuove immagini siano correttamente visualizzate.
  7. Se è tutto a posto allora cancella le copie B e valuta di conservare le copie A a fini di backup nel caso tu voglia ripetere successivamente un’ottimizzazione sulle immagini originali per qualsiasi motivo.

Ottimizzazione con Shortpixel (plugin)

Se trovi che questo nostro metodo di ottimizzazione delle immagini con IrfanView sia troppo “impegnativo” puoi optare per il servizio di Shortpixel, gratuito fino ad un certo numero di operazioni e poi pagato a consumo. Funziona, ma… non aspettarti lo stesso grado di controllo sui risultati e considera che quando ti basi su un servizio esterno aggiungi un livello di complessità al setup del tuo sito web.

Conclusioni

Ottimizzare le immagini del tuo sito web significa fornire un servizio migliore ai visitatori. L’effetto è di rendere la rete più snella e più efficiente diminuendo i consumi energetici. Se convieni che questi siano buoni motivi per liberare il tuo sito da immagini inutilmente pesanti allora… ottimizza adesso :)

Sentiti libero di contattarci per segnalare eventuali errori, dare suggerimenti o semplicemente per salutarci.

Se trovi che questo articolo sia utile offrici un caffè , puoi farlo anche in criptovaluta .


Share

Scorrendo questa pagina verso il basso potresti trovare altri articoli di tuo interesse, dai un'occhiata 😉

Questo sito usa i cookie, quelli buoni OK Privacy Policy